I fattori esterni

Ancora oggi si trovano guide per il posizionamento pubblicate su internet che fanno veramente tenerezza.
Testo nascosto, il tag keywords, il description per non parlare degli h1. Usare i css esterni (meglio se piazzati in qualche altra cartella). Le doorways, c’è ancora chi parla di doorways, cloacking e altre amenità….
Sembra che nessuno si stia accorgendo di una cosa assolutamente banale: i motori di ricerca (e google in particolare) stanno diventando sempre migliori. Certo è ancora possibile riuscire a ingannarli con truccheti vari ed è ancora assolutamente importante “aiutare” il motore facendogli capire di cosa trattano rispettivamente il nostro sito e la nostra pagina ma, con il passare del tempo, mi sembra evidente che i softwaristi di Mountain View stiano riuscendo ad avvicinarsi velocemente a quello che è il fine ultimo del motore: offrire agli utenti quello che effettivamente stanno cercando.
Ci vorrà ancora un po’ di tempo ma ci stiamo avvicinando. Questa gara mi ha aiutato moltissimo a capire con che velocità tutto ciò stia avvenenedo e anche di questo devo ringraziare Giorgio Tave.
In particolare quello che mi sembra assolutamente evidente è che

  • sono fondamentali i fattori esterni cioè i link da altri siti
  • i siti abbandonati o mezzi in costruzione (pagine lorem ipsum, tutte uguali o semivuote) sono penalizzati
  • Logico no? E’ bastato sistemare un paio di paginette sul mio sito sui fattori arcani, aggiungere qualche link e sono magicamente risalito in prima pagina, cioè nella prime cento posizioni.

    Molti diranno che in realtà quello che conta veramente è essere nelle prime dieci posizioni, non nelle prime cento. Verissimo. Lì in alto le cose non sono così semplici. O sì? Non è che valgono gli stessi fattori solo che in alta classifica il gioco diventa molto più pesante? Non è che la distanza tra il primo e il decimo sito in valore assoluto è talmente breve che acquistano peso anche i fattori meno importanti nella bassa classifica? Sarà sempre così?
    Il bello della gara è che si può imparare moltissimo semplicemente osservando le serp e partecipando.

    Lascia un Commento