Quanto costa un sito internet?

100 euro! 2 scamorze e un etto di quello buono! E’ in omaggio con i punti esselunga!
Chi la spara più grossa? Se ne sentono di tutti i colori e anche a me arrivano quotidianamente offerte di tutti i tipi, nella maggior parte dei casi semplicemente ridicole. Fortunatamente mi sembra che le cose stiano cambiando ma fino a poco tempo mi capitava spesso di incontrare imprenditori che volevano il sito internet dell’azienda. Budget? 500 euro!
Creare un sito internet di successo non è una cosa banale e neppure alla portata di tutti ma il punto fondamentale non è quanto costa un sito internet ma quanto fa guadagnare, quanti nuovi clienti porta, che impatto ha sull’immagine aziendale, questa è la prima domanda.
Volete un sito internet da 100 euro? Accomodatevi, c’è gente che lo fa. Ricordate però che avrete un sito internet che vale al massimo 100 euro (nessuno regala niente a nessuno). La vostra azienda ha bisogno di un sito internet che vale 100 euro? La sua immagine su internet vale 100 euro? I contatti che vi aspettate valgono 100 euro? In questo caso probabilmente la vostra azienda non ha bisogno di un sito internet!
Se invece stato cercando una web agency a Monza, in grado di aiutarvi in un progetto che sia redditizio ho qualche consiglio da darvi!

8 Commenti a “Quanto costa un sito internet?”

  1. sebastiano ha detto:

    Buon giorno… sono un neo diplomato in informatica, avrei la necessita di chiedere un piccolo consiglio riguardante la proggettazione di siti internet… Secondo lei un neo diplomato potrebbe avventurarsi in questo campo con un bagaglio di esperienza non eccelso e ricavarne profitti rispettosi???…..

    la ringrazio per l attenzione, spero di riceve una sua risposta al piu presto…
    colgo l occasione per porgerle cordiali saluti

    Balzarini Sebastiano

  2. pieru ha detto:

    Come in tutte le cose senza esperienza mi pare piuttosto difficile ricavare un profitto da subito. Soprattutto in un campo in cui la concorrenza è piuttosto agguerrita e i clienti sono spesso …. difficili.
    La maggior parte delle web agency richiede esperienza oppure preferisce persone disposte a fare un periodo di stage e la via della libera professione è lunga e tutta in salita.
    A meno di non avere una grande fortuna (quella con la “C” maiuscola) oppure molta pazienza e perseveranza.
    Non voglio scoraggiarti, solo darti la mia opinione 🙂

  3. richieste ha detto:

    C’e’ un nuovo servizio web che vi permette di cercare servizzi come la realizzazione mediante una vostra Richiesta.
    Saranno poi gli utenti del sito a offrire servizzi piu’ o meno professionali per le vostre esigenze.
    Vedi la richiesta di una realizzazione di un sito internet con un tetto massimo di spesa.
    Sara’ poi l’ utente che publica la richiesta a scegliere il miglio rrapporto qualita’ prezzo o l’ offerente piu’ qualificato.

  4. Richieste ha detto:

    Un’altra cosa brutta è che il cliente – in fondo in fondo – NON sa cosa vuole e ha idee strampalate che vanno violentemente contro le regole basilari del web usability, roba tipo gif lampeggianti/animate e sfondi psichedelici 😀

  5. pieru ha detto:

    @Richieste: verissimo ma, giusto per fare l’avvocato del diavolo, bisogna anche ammettere che ci sono pseudo webmaster che hanno le idee altrettanto confuse. Maghi del w3c, di flash, del web20 a volte dimenticano che devono realizzare un sito per il cliente, non per loro stessi.

  6. realizzazione siti web roma ha detto:

    E’ utile l’articolo che avete preparato. Noi facciamo realizzazione siti web a roma e questo sito ci è piaciuto molto.

  7. Roberto ha detto:

    Sicuramente un’azienda non può pretendere un buon sito a 100€.
    Anche se ormai con la diffusione dei CSM ci sono comunque decine di ragazzini e professionisti che possono fare un sito discreto a 250€, comunque un’azienda che vuole un prodotto personalizzato e di qualità deve sborsare molto di più.

  8. traslochi ha detto:

    “Un’altra cosa brutta è che il cliente – in fondo in fondo – NON sa cosa vuole e ha idee strampalate che vanno violentemente contro le regole basilari del web usability” Quoto pienamente!

Lascia un Commento