Come scrivere contenuti di qualità

20 febbraio 2017

Per quanto banale ci teniamo a ribadire un concetto: il fattore più importante per il posizionamento sui motori di ricerca è legato ai contenuti del vostro sito. Potete prendere il server più veloce del mondo, investire settimane nella scelta delle keyword, giocare con gli H1, gli H2 e tutti i tag html possibili e immaginabili ma senza ottimi contenuti il vostro sito non riuscirà mai a primeggiare.

Sarebbe bello se esistesse un trucchetto, un flag da attivare da attivare da qualche parte per essere primi sui motori di ricerca. Se fosse così facile però i motori sarebbero inutili perchè restituirebbero risultati scelti dai webmaster migliori e non i contenuti migliori quindi in un certo senso è un bene che le cose non siano così semplici.

I contenuti duplicati

14 febbraio 2017

Cosa sono i contenuti duplicati? Sono un problema per i motori di ricerca, si tratta dei casi in cui url diverse contengono gli stessi contenuti. Il problema non riguarda soltanto i motori ma riguarda anche i gestori dei siti, vediamo perchè.

Tutti i motori di ricerca non hanno grandi problemi di spazio su disco, il motivo per cui tutti cercano di risolvere il problema dei contenuti duplicati non è legato al consumo di hard disk, non hanno certo il “braccino corto” da questo punto di vista. Le criticità sono due: in primo luogo google cerca sempre di mostrare all’utente i migliori risultati per quello che sta cercando (mostrare nella pagina dei risultati gli stessi contenuti sia pure con url diverse non è un risultato apprezzabile), in secondo luogo c’è il rischio di una dispersione di PR e questo problema riguarda anche e soprattutto i gestori dei siti.

Che lucchetto sia!

6 febbraio 2017

Come i più attenti tra voi avranno notato tra i 200 fattori di posizionamento su google (un po’ ipocrita in questo caso parlare di motori di ricerca in generale) c’è la connessione sicura.  Allo stato attuale l’influenza di questo fattore è praticamente trascurabile eppure numerosi segnali da Mountain View fanno pensare che questo acquisterà sempre più importanza in futuro.

Si tratta di segnali deboli, almeno per il momento, in tipico stile google: consigli nel search console, alert che compaiono in chrome quando si fa il login su una pagina prima di connessione criptata.

Bentornato nella realtà!

3 novembre 2016

realtaScrivo su questo blog a più di un anno di distanza dall’ultimo post, nonostante le belle intenzioni la dura realtà mi impedisce di affrontare decentemente un argomento che mi appassiona: i motori di ricerca.

La scelta più razionale sarebbe arrendersi all’evidenza e abbandonare completamente il sito ma non ce la faccio, non ce la posso fare. Ogni sito che ho fatto è un po’ come un figliolo e non riesco a rassegnarmi all’idea di abbandonarlo.

Più volte ho pensato di creare un piano editoriale realisticamente affrontabile ma fino ad ora non ci sono riuscito, forse stavolta però ho avuto un’idea per non lasciarlo morire.

I contenuti per il vostro sito

18 marzo 2015

Avete letto ovunque che i contenuti sono la chiave per il successo di un sito internet, giusto? Sbagliato: sono condizioni necessaria ma non sufficiente. In ogni caso senza contenuti di buona qualità non si va da nessuna parte quindi componente essenziale per posizionarsi sui motori di ricerca è avere tanto testo, unico e originale. Tanti articoli, molto lunghi e ben scritti.

Come si fa a scrivere bene? Non è un processo semplice e neppure breve, io stesso ho appena iniziato questo percorso ma, se siete alla ricerca di una scorciatoia, ho un consiglio per voi:

Recuperare da google penguin

3 novembre 2014

Google-Penguin-UpdateIl vostro sito ha preso una mazzata micidiale e gli accessi sono calati drasticamente. Non ne avete la certezze ma avete il forte sospetto di essere stati penalizzati da google penguin.

Tranquilli, arcani.org vi svela un rimedio ragionevolmente rapido ed efficace al 100% per liberarvi dal problema della penalizzazione penguin. E’ gratis e funziona al 100%. Tra le altre cose è lo stesso metodo che viene offerto (a pagamento) da alcuni siti acchiappa pollastri, noi che siamo più fighi ve lo offriamo gratuitamente.

Seozoom

15 ottobre 2014

progetto-seoOggi segnalo un sito nuovo nuovo fresco fresco, seozools.it ha alle spalle un team di italiani bravissimi, sia dal punto di vista tecnico che grafico e sono abilissimi nel marketing, basta guardare il successo che ha avuto il sito a pochi giorni (ore) dalla sua inaugurazione.

Il sito infatti presenta tool che analizza il sito proposto e fa… una serie di cose! Il numero di dati che tira fuori è impressionante, tutti ben impaginati e visualizzati con grafica semplice, chiara ed efficace.

Ottimizzare wordpress

6 ottobre 2014

seo-wordpressCirca un milione di anni fa frequentavo spesso e volentieri il forum GT, all’epoca una risorsa unica per chi provava a tenersi aggiornato sui motori di ricerca, un luogo in cui molti esperti condividevano informazioni e conoscenze utili, questo stesso sito a partire dal suo nome nasce da un gara di posizionamento fatta nel lontano anno 2006 proprio su quello stesso forum.
Ne parlo al passato perchè non lo frequento più, non perchè il forum abbia smesso di essere una risorsa, è cresciuto, è diventato immenso e mi perdo. Nonostante la sua immensità mi capita di finirci sopra per caso e di trovare risorse utili, ad esempio questa guida spiega in modo semplice e dettagliato installazione e configurazione di wordpress e di alcuni ottimi plugin che semplificano la vita.

CMS detector

29 settembre 2014

RadarUn altro strumentino carino da segnalare, dopo il tool che aiuta a individuare il tema in uso in sito segnalo guess, che cerca di individuare il software di gestione dei contenuti usato. Drupal, Joomla, WordPress e compagnia bella insomma.

E’ affidabile? Ho fatto qualche prova e mi sembra funzionare dignitosamente. Scandagliando questo sito propone Apache (50%), WordPress (42%) e PHP (100%) quindi le ha azzeccate. Il valore di wordpress sembra basso (chiunque capisce in mezzo secondo che questo sito funziona con wordpress, basta guardarlo) ma bisogna tener conto del fatto che, per arginare un po’ lo spam e incrementare un po’ la sicurezza, alcuni dati forniti automaticamente da wordpress nella sua installazione standard su questo sito sono bloccati.

Google Webmaster Tools

22 settembre 2014

webmaster-tools-tipsI neofiti del SEO, quelli che cercano di conoscere i motori di ricerca, sono sempre a caccia di tool gratuiti online. Mai capito perchè ma ho notato che spesso trascurano gli strumenti messi a disposizione dello stesso google. Intendiamoci: qualche controindicazione all’uso del GWT c’è, ma solo in casi relativamente rari.

Come funziona: per poter sfruttare gli strumenti il webmaster deve iscrivere il proprio sito, si tratta di dimostrare di essere veramente i proprietari (o almeno i webmaster) del sito. E’ possibile iscrivere un numero illimitato di siti, per ognuno bisogna dimostrare di averne il controllo caricando un file, modificando un tag oppure agendo sui DNS, fatto questo si accede a una serie di utilissimi strumenti, alcuni dei quali ormai indispensabili, in particolare da quando google ha deciso di non divulgare più determinate informazioni.