Archivi per la categoria ‘Internet’

Passare a php 7

lunedì, 26 Feb 2018

In questo blog parlo soprattutto di motori di ricerca e degli arcani fattori che aiutano a primeggiare. Non mi stancherò mai di ripetere, a beneficio soprattutto dei neofiti e di quelli che arrivano su questo sito per caso, che ci sono circa 200 ingredienti nella ricetta che crea le SERP, le pagine dei risultati dei motori di ricerca. Sappiamo quasi ufficialmente quali sono questi 200 ingredienti ma non conosciamo le dosi o il modo in cui vengono usati nella ricetta, che è segreta.

Archiviate per categoria (non per data)

lunedì, 25 Set 2017

Come sanno bene gli utenti di wordpress il CMS più diffuso al mondo permette facilmente di creare archivi per data, oltre che per categoria. Non esiste una buona ragione per farlo, neppure quando il blog è appena iniziato e state cercando di riempirlo, anzi è forse quello il momento in cui questo deve essere assolutamente evitato.

Eviterò di annoiarvi con menate SEO e non tirerò in ballo contenuti duplicati e tematizzazione del sito. Proviamo a guardarla dal punto di vista dell’utente: è così importante per il visitatore sapere che un certo articolo è stato pubblicato ad aprile di due anni fa? Può essergli utile in qualche modo leggere tutti gli articoli pubblicati nel tal mese di tale anno?

L’importanza dell’impaginazione

lunedì, 28 Ago 2017

Abbiamo parlato il mese scorso delle “pagine scottex” ovvero di quei rotoloni di contenuti tecnicamente definiti infinite scrolling. Facebook o pinterest, tanto per capirci. Siti web con pagine fatte così si complicano la vita per quanto riguarda la SEO e gli utenti.

Ok, è vero, google sembra indicizzare senza troppi problemi anche pagine di questo tipo, i tizi che lavoro allo spider sono piuttosto bravi. Siete veramente sicuri che una pagina di questo tipo sia adatta al vostro sito? Non state complicando la vita a voi, agli spider e agli utenti?

La struttura di un sito in crescita

lunedì, 31 Lug 2017

Una delle cose più difficili nella creazione di un sito è creare una struttura adatta al sito non solo per come si presenterà al momento della sua pubblicazione ma anche per come sarà dopo uno, due, cinque anni. E’ sempre possibile cambiare idea strada facendo ma è molto, molto meglio riuscire ad azzeccare al primo colpo la struttura in particolare le categorie e i tag

Le categorie

Non è importante se il vostro è un sito di commercio elettronico oppure un blog informativo, il ragionamento è valido a prescindere. Le categorie dovrebbero essere bene equilibrate, non dovrebbero essercene alcune con una manciata di articoli quando altre sono stipate con centinaia di prodotti…

Cosa far fare al sito durante le vacanze

venerdì, 30 Giu 2017

La temperatura comincia a salire, la voglia di lavorare scende e si comincia a pensare al mare. Dalle mie parti poi al mare ci si va già da parecchie settimane ma questa è tutta un’altra faccenda…

Oggi si voleva parlare di cosa far fare al sito durante le vacanze perchè anche se le aziende chiudono e molti non vanno più in ufficio, è poco intelligente lasciare il proprio sito abbandonato a sè stesso per un mese. E’ da un po’ che i CMS hanno in dotazione la possibilità di programmare la pubblicazione degli articoli per cui non dovete rimanere incatenati al computer tutto il tempo.

Cosa fare quando il sito perde visitatori

lunedì, 29 Mag 2017

Se state leggendo questo articolo è molto probabile che stiate curando il SEO del vostro sito e se state seguendo i consigli di questo blog è praticamente sicuro che i visitatori stanno aumentando ma… può capitare a tutti di avere un momento di crisi, no? Capita anche nelle migliori famiglie e nei migliori progetti.

Se siete in preda al panico perchè osservando i grafici delle visite notate una lenta decrescita abbiamo qualche suggerimento veloce veloce per raccattare qualche visitatore in più

Bentornato nella realtà!

giovedì, 3 Nov 2016

realtaScrivo su questo blog a più di un anno di distanza dall’ultimo post, nonostante le belle intenzioni la dura realtà mi impedisce di affrontare decentemente un argomento che mi appassiona: i motori di ricerca.

La scelta più razionale sarebbe arrendersi all’evidenza e abbandonare completamente il sito ma non ce la faccio, non ce la posso fare. Ogni sito che ho fatto è un po’ come un figliolo e non riesco a rassegnarmi all’idea di abbandonarlo.

Più volte ho pensato di creare un piano editoriale realisticamente affrontabile ma fino ad ora non ci sono riuscito, forse stavolta però ho avuto un’idea per non lasciarlo morire.

I contenuti per il vostro sito

mercoledì, 18 Mar 2015

Avete letto ovunque che i contenuti sono la chiave per il successo di un sito internet, giusto? Sbagliato: sono condizioni necessaria ma non sufficiente. In ogni caso senza contenuti di buona qualità non si va da nessuna parte quindi componente essenziale per posizionarsi sui motori di ricerca è avere tanto testo, unico e originale. Tanti articoli, molto lunghi e ben scritti.

Come si fa a scrivere bene? Non è un processo semplice e neppure breve, io stesso ho appena iniziato questo percorso ma, se siete alla ricerca di una scorciatoia, ho un consiglio per voi:

CMS detector

lunedì, 29 Set 2014

RadarUn altro strumentino carino da segnalare, dopo il tool che aiuta a individuare il tema in uso in sito segnalo guess, che cerca di individuare il software di gestione dei contenuti usato. Drupal, Joomla, WordPress e compagnia bella insomma.

E’ affidabile? Ho fatto qualche prova e mi sembra funzionare dignitosamente. Scandagliando questo sito propone Apache (50%), WordPress (42%) e PHP (100%) quindi le ha azzeccate. Il valore di wordpress sembra basso (chiunque capisce in mezzo secondo che questo sito funziona con wordpress, basta guardarlo) ma bisogna tener conto del fatto che, per arginare un po’ lo spam e incrementare un po’ la sicurezza, alcuni dati forniti automaticamente da wordpress nella sua installazione standard su questo sito sono bloccati.

Search Engine Land: la mecca dei SEO

lunedì, 11 Ago 2014

Search Engine LandTutti i credenti della religione musulmana, secondo uno dei precetti più importanti, devono recarsi almeno una volta in vita a pregare a La Mecca. Search Engine Land è l’equivalente per i SEO: almeno una volta bisogna andarci e leggere un po’. E poi si finisce col ritornare piuttosto spesso fino a convincersi definitivamente del fatto che conoscere almeno un po’ di inglese è indispensabile per chi è interessato a studiare i motori di ricerca.