Recuperare da google penguin

Google-Penguin-UpdateIl vostro sito ha preso una mazzata micidiale e gli accessi sono calati drasticamente. Non ne avete la certezze ma avete il forte sospetto di essere stati penalizzati da google penguin.

Tranquilli, arcani.org vi svela un rimedio ragionevolmente rapido ed efficace al 100% per liberarvi dal problema della penalizzazione penguin. E’ gratis e funziona al 100%. Tra le altre cose è lo stesso metodo che viene offerto (a pagamento) da alcuni siti acchiappa pollastri, noi che siamo più fighi ve lo offriamo gratuitamente.

Prima di entrare nel merito della faccenda facciamo un rapido passo indietro e parliamo delle due bestie che massacrano i risultati delle ricerche di google e che impediscono al vostro sito di guadagnare milioni di dollari. Le bestie sono due: il Panda e il Penguin.

Panda cerca di individuare i siti pieni di schifezze oppure inutili. Agisce guardando i contenuti del vostro sito in cerca di contenuti duplicati, controlla quanto tempo gli utenti si fermano a leggere il vostro sito, quante pagine guardano prima di abbandonarlo. Se pensa che il sito sia una schifezza mi rifila una mazzata che vi affossa nel serp e potete dire addio ai milioni di euro che speravate di guadagnare.

Anche Penguin è un tipo che cerca zozzerie solo che invece di investigare sul vostro sito guarda quello che gli succede attorno. Quelli che hanno studiato dice che controlla i fattori di posizionamento off site. Per dirla ancora più semplicemente controlla i link in entrata del vostro sito. Chi vi linka, come lo fa e perchè lo fa.

Le cose che fanno incazzare Penguin sono i siti di basso valore, in particolare quelli che arrivano da tutte le pagine di un sito, per esempio dal footer o da una barra di navigazione. I link con ancora particolarmente succose gli mandano il sangue alla testa, per esempio se avete fatto il vostro blog in cui parlate del Salento o di Rimini con due paginette striminzite di contenuti vostri e tonnellate di pagine pieni di adsense e link di affiliazione, probabilmente siete dei sei coi fiocchi e avete messo in centinaia di siti, forum e compagnia cantante link con l’ancora secca “Hotel Salento” e “Hotel Rimini” rispettivamente. Avete fatto incazzare Penguin che vi ha inferto un colpo di roncola micidiale facendo sparire il vostro sito dalle serp.

Il caso peggiore e il più temuto è quello dubbio, quello che molto probabilmente è capitato proprio a te che stai leggendo questa guida. Tu non hai cercato di fare il furbetto eppure di colpo gli accessi al tuo sito sono precipitati. Hai cercato un po’ su internet e hai sentito parlare di questo penguin. Non ne sai una sega di link entranti da siti amici, non hai passato mesi a costruire un network di siti farlocchi, eppure hai la sensazione che il pinguino abbia colpito il tuo sito.
Ecco la prima brutta notizia per te: è possibile che le cose siano andate davvero così. Non si contano le vittime innocenti di Penguin, l’algoritmo è tutt’altro che perfetto ed è effettivamente possibile che il tuo sito sia stato colpito per sbaglio.

La prima buona notizia è che esistono alcuni siti che offrono, a pagamento, la possibilità di rimuovere la penalizzazione penguin. La buona notizia è che questo sito ti offre gratuitamente la stessa possibilità: basta che continui a leggere l’articolo e segui le istruzioni.

Come rimuovere la penalizzazione Penguin

Ecco la ricetta per riuscire a liberarvi da Penguin, basta seguire i semplici step della guida e sarete al riparo dal pinguino. Ci sono alcune piccole controindicazioni ma queste le vedremo alla fine.

  1. Iscrivete il sito su google webmaster tool (in italiano strumenti per webmaster)
    Se ancora non lo avete fatto iscrivete il vostro sito nel tool, è indispensabile per poter procedere. Vi serve sia per avere l’elenco aggiornato dei link entranti sia per accedere al tool disavow
  2. Scaricate l’elenco dei link che rimandano al tuo sito
    Entrate nel pannello del google webmaster tool, sulla sinistra selezionate Query di ricerca e quindi “link che rimandano al tuo sito”. Nella parte sinistra della porzione centrale della pagina selezionate “altro”, quindi in alto selezionate il link “scarica più di link di esempio”. Selezionate il formato CSV, salvatelo in locale e apritelo con Excel Libreoffice o quello che vi pare, basta che sia un foglio elettronico
  3. Mandate una email a tutti i siti che vi linkano
    Con un po’ di pazienza scrivete ai webmaster di tutti i siti che vi linkano. Non è necessario mandare un’e-mail per ogni link ricevuto, ne basta una per ogni sito. Chiedete di rimuovere il link al vostro sito. Non tutti lo faranno ma qualcuno sì.
  4. Preparate un file .txt con tutti i siti che vi lincano
    Usando come base di partenza il file che avete precedentemente importato in Excel preparate un elenco di tutti i siti che vi lincano. Non è necessario indicare tutte le pagine, basta lasciare una riga per ogni sito avendo cura di lasciare indicato l’url di base. Per esempio se questo sito vi linka dalla pagina //www.arcani.org/lo-spam/ e da mille altre pagine lasciate soltanto una riga con l’indirizzo di base ovvero //www.arcani.org/Salvate il file in formato testo (.txt) usando come separatore dei campi il caratteri che vi è più simpatico.
  5. Inviate il file al disavow tool
    Restando loggati al vostro account google collegatevi qui //www.google.com/webmasters/tools/disavow-links-main e inviate il file che avete preparato in precedenza. Confermate tutto a google
  6. Inviate una richiesta di riconsiderazione
    Come ciliegina sulla torta potete inviare, sempre dagli strumenti per webmaster di google, una richiesta di riconsiderazione. Spiegate accuratamente quello che avete fatto e di come avete provveduto a rimuovere tutti i link al vostro sito

Se avete seguito i 6 semplici step di questa guida la penalizzazione Penguin sarà rimossa.

Avvertenze e controindicazioni

Il metodo funziona davvero, anche se sono ironico nei toni vi garantisco che la penalizzazione Penguin sparirà “money back guaranteeed”. Che ci crediate o no alcuni siti si fanno pagare per darvi questi 6 semplici step. Certo ci aggiungono dei grafici e delle figure ma sempre 6 step sono.

Qual è il problema? Con questo sistema avrete buttato via il bambino con l’acqua sporca anzi, tutti i bambini! Avrete annullato tutti gli effetti di tutti i link in entrata, anche quelli positivi quindi avrete sì rimediato a una eventuale penalizzazione Penguin ma avrete anche buttato nel cesso il posizionamento del sito o almeno azzerato tutti i fattori off page.

Il problema infatti non è tanto difendersi da link di sospetta provenienza ma riuscire a capire quali link vi fanno bene e quali vi fanno male. Ed è un problema serio, anche quel malefico Pinguino sbaglia più sì che no!

Tag:

Lascia un Commento