Archivio di Maggio 2006

E’ possibile che …

lunedì, 29 Maggio 2006

proprio sul filo di lana qualcosa si sta muovendo. La rimonta di Rinzi sembra inarrestabile e su alcuni datacenter il sito di doop sembra scomparso o quasi. Per il momento lo vedo ancora primo ma non capisco cosa stia succedendo.
Non so cosa pensare, mi viene voglia di fare il tifo per tutti e due solo che se vincesse Rinzi … ci sarebbe da aver paura, di lui e del suo misterioso assistente. Stiamo a vedere, ormai è questione di ore!

Il vincitore!

venerdì, 26 Maggio 2006

Con qualche giorno di anticipo sono contento di annunciare il vincitore della gara: il sito vincitore è www.fattori-arcani-faq.com. Sono contento perchè ho avuto modo di conoscere (per ora solo virtualmente) il webmaster del sito sul forum di GiorgioTave e mi sembra proprio uno di quelli che sa vincere.
Ovviamente i miei fattori arcani hanno fatto piuttosto schifo, anche perchè non sono riuscito a dedicagli il tempo che meritavano. I fattori arcani di Pieru si accontentano di arrivare nei primi 100 risultati, un risultato neanche troppo malvagio visto che ridendo e scherzando stiamo parlando di una serp con più di un milione di risultati.
Giorgiotave ha creato un caso, lui grande mago di marketing e internet ne sa una più del diavolo per cui i miei complimenti a lui per come la gara è stata gestita ed organizzata, al vincitore e a tutti quelli che hanno condiviso gli esperimenti sul forum (giusto per citarne qualcuno Doopcircus, Tagliaerbe. Rinzi, Must e Mamilù) perchè questa gara è stata particolarmente utile anche per le schiappe come me proprio perchè l’esperienza è stata condivisa tra tutti gli utenti del forum.
Con grande faccia tosta parteciperò anche io al raduno organizzato in occasione della premiazione, non perchè abbia qualche premio da ricevere ma perchè sarà un piacere conoscere nuovi membri del forum e incontrarne altri già conosciuti l’anno scorso.

Saper perdere …

sabato, 20 Maggio 2006

Quando ero bimbo mio padre mi insegnava un sacco di cose. Ha sempre cercato di trattarmi come un adulto per cui nella paggior parte dei casi non capivo una beata fava di quello che cercava di dirmi; altre mi diceva cose che ho poi scoperto essere cazzate ma altre volte mi rivelava perle di saggezza che avrei capito solo molto più tardi.
Per esempio mi ha insegnato l’importanza di saper vincere e saper perdere. Vincere bene è più facile, sei in posizione di vantaggio, sei il più forte, non hai niente da dimostrare. Stravincere non solo non è necessario ma è spesso deleterio. Per spiegarmi il concetto usava come esempio il calcio (uno dei suoi argomenti preferiti) e mi diceva: se giochi contro una squadra più debole è inutile vincere 5 a zero. Con un due zero sei tranquillo, con il tre a zero sei una botte di ferro, con ogni gol in più sprecherai inutilmente energie e umiliando la squadra avversaria ti farai un nemico a vita che impiegherà tutte le sue energie per fartela pagare e prima o poi ci riuscirà.
Saper perdere è più difficile, mi spiegava, ma non impossibile. Se ti sei battuto bene puoi comunque uscirne con dignità, dipende anche dal tuo avversario ma dipende soprattutto te riuscire a perdere bene, ed è importante risucire a farlo perchè immediatamente dopo la sconfitta puoi ripartire con entusiasmo.
C’è un uomo in Italia molto potente che secondo me avrebbe bisogno di ascoltare un po’ i consigli di mio padre. Mi riferisco a Silvio Berlusconi, il nostro ex presidente del consiglio che non riesce proprio a perdere bene.
Io non nutro nessuna forma di antipatia nei suoi confronti, credo che abbia fatto ottime cose (soprattutto per il Milan) ma proprio non riesce a imparare a perdere. Mi vengono in mente tre episodi in particolare: due recenti e uno passato ma che brucia ancora il mio orgoglio rossonero.
L’episodio passato è la vergognosa figuraccia con il Marsiglia quando il Milan cercò la scusa di qualche lampadina bruciata per non accettare la sconfitta sul campo. I due recenti sono il primo voto di fiducia al governo Prodi e le vicissitudini della Juventus. Probabilmente alla Juve verranno tolti un paio di scudetti. Bene, benissimo, godo come un riccio ma quegli scudetti, anche se il milan in quei campionati è arrivato secondo, non li voglio. Sono sporchi, non mi pacciono anzi mi fanno pure un po’ schifo.
Il più clamoroso è il voto di fiducia al senato al governo Prodi: il nostro ex presidente del consiglio sbraita e scalpita perchè i senatori a vita hanno votato la fiducia. Ma un dignitoso silenzio no? Voglio dire: gli Italiani che hanno abbastanza cervello da capire che votare una coalizione o l’altra è una scelta e non una imposizione divina le cose le capiscono da soli, non pensi Silvio?
Quegli elettori che hanno votato il centro sinistra ma alle prossime elezioni potrebbero anche decidere di votare il centro destro lo vedono da soli che questo governo sta su un po’ a “tienimi che ti tengo” non c’è bisogno dei sottotitoli.
I senatori a vita sono a tutti gli effetti dei parlamentari con diritto di voto. Non saranno stati eletti direttamete dal popolo ma la costituzione prevede questo sistema e tutto si può dire dell’Italia ma non che non sia un paese democratico.
Invece di sottolineare cose ovvie perchè non lavori per farci vedere gli sbagli che il governo Prodi sta commettendo? Non c’è niente di più interessante da criticare nella neoeletta maggioranza? Anche questo significa saper perdere.

Tutti i viaggi dei fattori arcani

sabato, 13 Maggio 2006

Sicuramente vi state domandando: i fattori arcani vanno in vacanza?
La risposta che vi posso dare è molto secca: sì, i fattori arcani vanno in vacanza!
Bene! A questo punto le domande successive sono: come e quando i fattori arcani vanno in vacanza? Anche in questo caso la risposta è molto semplice, non ci sono tanti misteri e nessun segreto da svelare. Come tutti gli agricoltori, anche quelli arcani preferirebbero per motivi professionali andare in vacanza d’inverno ma, eccezionalmente, quest’anno le vacanza cominceranno il 1° giugno.
Esattamente il primo giugno infatti terminerà il concorso dedicato ai fattori arcani e questi potranno finalmente riposare un po’ e godersi un periodo di meritato riposo. In questi mesi infatti si sono moltiplicati (siamo arrivati a 800.000 pagine dedicate a questo argomento) con un successo di proliferazione senza precedenti. Dopo tanta attività lombare i fattori arcani andranno in vacanze alle terme italiane, si rilasseranno praticando un po’ di golf e se ne andranno un po’ in giro per tutta l’Italia.
Dopo aver letto le righe precedenti sicuramente molti di voi si chiederanno qual’è il segreto della grande fertilità dei fattori arcani. La risposta è molto semplice: vita sana, poca, pochissima televisione e abolizione del gambaletto che viene considerato uno strumento anticoncezionale immorale e molto sleale.

Che succede?

domenica, 7 Maggio 2006

Cosa sta succedendo a Google?
Gli aggiornamenti sono diventati molto lenti, le pagine nella cache sono sempre più vecchie … si è impigrito oppure sta esaurendo lo spazio su disco come si dice in giro?
Una teoria di una fonte molto autorevole è che sta facendo pulizia eliminando dai propri archivi sporcizia e pagine duplicate che magari teneva in memoria per il periodo della gara a “chi ce l’ha più grosso” con yahoo.
Il bello è che, come al solito, qualunque opinione è valida. Per quel poco di esperienza che ho direi che la spiegazione più semplice è quella più vicina alla realtà e quindi , secondo me stanno esaurendo le risorse hardware e sì, credo che stia anche facendo un po’ di pulizia. La mia personale opinione è che per qualche fattore arcano nella pulizia si stia fumando anche un bel po’ di dati buoni ma chi lavora in questo settore è abituato. Sopravviveremo anche questa volta.

Il rush finale

mercoledì, 3 Maggio 2006

Manca ormai meno di un mese alla conclusione della gara per i fattori arcani. Teoricamente i giochi sono già fatti ma sono convinto che i grandi maghi stanno in questi giorni sfoderando i veri “assi”. A parte i peones del qeb (come posso essere io) ci sono personaggi che con un paio di link ben aggiustati possono completamente stravolgere la situazione.
Inoltre qualche movimento c’è: da segnalare (in negativo) il ban di uno dei siti di Mamilù. Non conosco i fattori arcani alla base del ban per cui non posso assolutamente formulare un gioudizio in proposto, devo dire però che mi dispiace che sia stato bannato uno dei siti che più mi piaceva.
Mamilù ha lavorato tantissimo per questa gara, semplicemente studiando il suo lavoro e leggendo i suoi messaggi nel forum sono riuscito a imparare tanto (e non mi riferisco solo ai motori di ricerca, è stata lei a insegnarmi a pensare bene prima di scrivere, soprattutto in forum molto frequentato). Mi dispiace che non sia più fra gli elementi attivi del forum di GiorgioTave, mi macherà.
Con sincerirà mi auguro che uno dei suoi siti possa piazzarsi bene o meglio ancora vincere nella gara!

Linux

lunedì, 1 Maggio 2006

Primo maggio in ufficio, naturalmente. Sto disperatamente tentando di “costringere” il miglior sistema operativo esistente a fare quello che voglio e, ovviamente, sto perdendo.
Ho tre server su cui installare linux, ognuno con hardware diverso e diverse necessità.
Server di dominio
Per un cliente devo creare un server di dominio basato sul linux e deve essere pronto per domani. Teoricamente semplice, un’operazione che ho già fatto decine di volte. Si prende il server IBM, si installa la fidata Fedora, si configura Samba e salvo qualche fesseria abbiamo finito. Eppure non sta andando tutto per il verso giusto, il server risulta piuttosto instabile. Probabili cause: il disco SATA (che ritengo un indiziato da non sottovalutare) e la configurazione di X che è sempre riuscita a farmi impazzire. Anche la rete ha una configurazione piuttosto complicata e antipatica dato che questo povero server si deve inserire in un network esistente. Mentre scrivo sto ripetendo per l’ottava volta l’installazione, speriamo che sia la volta buona.
File Server
Qui le cose si fanno un pelino più complicate. Da vari PC con componenti rotti dovrei essere riuscito a tirar fuori una macchina di tutto rispetto. Stiamo parlando di un Athlon con due giga di ram e due dischi da 160GB ognuno. La mia velleitaria ambizione sarebbe di usarlo come server di backup della reta ma anche qui qualcosa non sta andando per il verso giusto, dopo l’installazione di Fedora il sistema non completa il boot. In questo caso i principali indiziati sono proprio i dischi SATA dato che il sistema si pianta durante l’avvio di GRUB ma dato che siamo su una macchina recuperata è chiaro che potrebbero esservi anche molte altre cause. Qui la vedo dura.
web server
Questa è invece è una macchina che vorrei usare per fare un po’ di esperimenti, in particolare mi piacerebbe provare a installare un web server completo di tutti i gadget in modo da imparare tutto quello che mi serve e poi portare una nuova macchina dal fornitore di housing attuale. Anche in questo caso è un’operazione che ho già fatto un sacco di volte ma, per la prima volta, mi piacerebbe sperimentare Debian che non conosco e che tutti descrivono come una distribuzione nettamente superiore alle altre, sia in termini di sicurezza sia per quanto riguarda la facilità di installare e aggiornare software.
La macchina in questo caso è più semplice e più vecchia, dovrei quindi avere molti meno problemi con driver e altri rompiballe, il problema qui è ancora più a monte dato che scaricare i 12 CD di Debian è un’operazione lunga e costosa ….